View images and videos on Instagram. Find out Most Popular Hashtags and Users. Newest Popular medias and share them Gramosphere
  1. Homepage
  2. libridicinema

#libridicinema photos and videos on Instagram

Medias attached with hashtag: #libridicinema on Instagram

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Instagram Image by Stati di Cinema (@statidicinema) with caption : "Save the date!
.
Enzo De Paoli presenta il libro:
KUBRICK. IL DISORIENTAMENTO DELL’INDIVIDUO
.
Lunedì 22 gennaio
h. 17.3" at Libreria San Paolo Genova - 1693009370617761902

Save the date! . Enzo De Paoli presenta il libro: KUBRICK. IL DISORIENTAMENTO DELL’INDIVIDUO . Lunedì 22 gennaio h. 17.30 Libreria San Paolo Piazza Matteotti, 31/33r Genova . @biblioteca_berio dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Genova, Italy Report Share Download 2 37

Nel 1930 sono nati due gentiluomini del cinematografo, che ci hanno lasciati in punta di piedi, con un mesto sorriso di nostalgia. Il grande Novello Novelli e il meraviglioso Cinema Cristallo di Genova fecero però in tempo incontrarsi, a 56 anni, durante le riprese di un film di Francesco Nuti. . Novello Novelli è stato un attore e impresario teatrale toscano. Dopo una lunga collaborazione col Teatro Metastasio di Prato, dagli anni ottanta ha recitato nei film Alessandro Benvenuti, Francesco Nuti, Leonardo Pieraccioni. . Il Cinema Teatro Cristallo di Genova, progettato da Mario Labò, aveva un bell’ingresso, un’insegna con la scritta “Films”, un atrio luminoso, 450 posti e un palcoscenico che da lì a poco avrebbe calcato anche Totò. . Stregati (1986), diretto da Francesco Nuti, scritto da Vincenzo Cerami, Francesco Nuti, Giovanni Veronesi, con Francesco Nuti, Ornella Muti, Novello Novelli. . I cinema della Liguria. Storia delle sale cinematografiche dal 1945 al 2015 / Riccardo Speciale, Stefano Petrella, Renato Venturelli. - Le Mani, 2015. - 335 p. ((€20.00 . #libridicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Berlin Story Report Share Download 0 41

"Una volta ero seduto in un cinema, dietro a questi due uomini. Guardavo la loro nuca davanti a me e pensavo alle migliaia di storie che erano nate in quelle due teste, che dico! – che continuavano a nascervi. Le immagini e le storie sarebbero sopravvissute ai due uomini, sarebbero sopravvissute a tutti noi. I due erano Akira Kurosawa e Michael Powell." . Una volta / Wim Wenders. - Contrasto, 2015. - 400 p. ((€24,90 . Der Himmel über Berlin (1987), directed by Wim Wenders, written by Wim Wenders, Peter Handke, Richard Reitinger, starring Bruno Ganz, Solveig Dommartin, Otto Sander, Curt Bois, Peter Falk, Nick Cave, cinematography by Henri Alekan. . @contrastobooks dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Europa Center Report Share Download 1 30

“Non temere!” sono inevitabilmente le prime parole proferite dagli angeli. La loro maggiore preoccupazione, la loro etica professionale, per così dire, è suscitare l’opposto della paura. Vogliono evocare GIOIA, SICUREZZA, BEATITUDINE, l’assenza stessa di ogni paura. I loro omologhi diabolici hanno avuto molto più successo nei film: demoni, vampiri, mostri, streghe e altre creature dell’orrore. Le apparizioni di “spiriti buoni” nel cinema sono sporadiche, questo è poco ma sicuro. Forse perché rappresentano una sfida più grande. Instillare paura è un gioco da ragazzi, ma l’opposto, personificare l’AMORE, quello sì che è difficile. Gli angeli sono creature di gran lunga migliori di quanto non riusciremmo mai a essere noi, specialmente nel campo dell’amore. Noi siamo egoisti (fin troppo spesso!), loro sono altruisti, noi ci ingelosiamo, loro rimangono tranquilli, calmi e composti. Tutte le nostre debolezze e tutti i nostri vizi sono a loro sconosciuti. E quel loro sguardo amorevole su di noi… Lo si potrebbe leggere come una metafora del cinema. Una cinepresa e un gruppo di tecnici possono fare tutto quello che fanno gli angeli. Rimanere invisibili. Attraversare i muri (persino IL MURO, a quell’epoca), guardarci dall’alto dei cieli e ascoltare i nostri sogni più segreti. Il cinema nei suoi momenti più preziosi e nelle grandi opere della storia della filmografia è davvero IL CIELO IN TERRA. . Inventare la pace. Dialogo sulla percezione / Wim Wenders, Mary Zournazi. - Bompiani, 2014. - 264 p. ((€20.00 . Der Himmel über Berlin (1987), directed by Wim Wenders, written by Wim Wenders, Peter Handke, Richard Reitinger, starring Bruno Ganz, Solveig Dommartin, Otto Sander, Curt Bois, Peter Falk, Nick Cave, cinematography by Henri Alekan. . @libribompiani dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

"Il film si intitolerà: IL CIELO SOPRA BERLINO, essendo il cielo, oltre al passato ovviamente, l’unico elemento comune Alle due città contenute in questa città. Quasi a dire “Sa il cielo…” Se ci sarà un futuro comune a entrambe." . "Il cielo che la sovrasta è dunque l’unica entità chiara, trasparente e comprensibile. Le nuvole lo attraversano, piove, nevica, lampeggia, i tuoni si scatenano sopra Berlino, la luna si alza segue il suo percorso e scompare, il sole manda i suoi raggi, sulla doppia città, oggi come ieri, sui cumuli di macerie del 1945, sulla città di frontiera degli anni Cinquanta, e splendeva pur sempre anche prima che la città esistesse; come continuerà a brillare anche quando non ci sarà più.” . Stanotte vorrei parlare con l’angelo. Scritti 1968-1988 / Wim Wenders. - Ubulibri, 2000. - 217 p. . Der Himmel über Berlin (1987), directed by Wim Wenders, written by Wim Wenders, Peter Handke, Richard Reitinger, starring Bruno Ganz, Solveig Dommartin, Otto Sander, Curt Bois, Peter Falk, Nick Cave, cinematography by Henri Alekan. . dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

“Berlino ha molte superfici libere. Si vedono case con pareti interamente vuote perché la casa a fianco non è stata ricostruita dopo il bombardamento. Gli sconfortanti muri laterali di questi palazzi sono chiamati pareti frangifuoco, e non esistono altrove. Sono come ferite, e me la città piace per le sue ferite, che mi raccontano la sua storia molto meglio di qualsiasi libro o documento. Durante le riprese del Cielo sopra Berlino, mi accorsi che andavo sempre alla ricerca di queste superfici vuote, di queste terre di nessuno, perché avevo l’impressione che questa città potesse essere rappresentata molto meglio dalle zone vuote che da quelle occupate.” . “Quando c’è troppo da vedere, quando un’immagine è troppo piena o quando le immagini sono troppe non si vede più niente. Dal troppo si passa molto presto al nulla. Quando l’immagine è spoglia, povera, può risultare talmente espressiva da soddisfare interamente l’osservatore, e così dal vuoto si passa la pienezza.” . “Quanto al cinema si possono fare considerazioni analoghe. Esistono film che sono come spazi chiusi: non lasciano il minimo spazio vuoto fra le singole immagini, non permettono di vedere ciò che è rimasto fuori del film, non consentono agli occhi e pensieri di muoversi liberamente. In questo genere di choc visivi lo spettatore non può riversare nulla di proprio, nessun sentimento, nessuna esperienza. E si esce dal cinema con un senso di delusione. Solo i film che lasciano spazi vuoti tra le immagini raccontano una storia, ne sono convinto, perché una storia si produce anzitutto nella testa dello spettatore o dell’ascoltatore.” . L’atto di vedere. The Act of Seeing / Wim Wenders. - Ubulibri, 2002. - 183 p. . Der Himmel über Berlin (1987), directed by Wim Wenders, written by Wim Wenders, Peter Handke, Richard Reitinger, starring Bruno Ganz, Solveig Dommartin, Otto Sander, Curt Bois, Peter Falk, cinematography by Henri Alekan. . #libridicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Instagram Image by Stati di Cinema (@statidicinema) with caption : "“Non so esattamente come sia arrivato agli angeli. Un giorno ho annotato sul mio taccuino quest’idea in cui, all’improvv" at Berlin, Germany - 1683441294931068958

“Non so esattamente come sia arrivato agli angeli. Un giorno ho annotato sul mio taccuino quest’idea in cui, all’improvviso, si concretizzava il film su Berlino: “Angeli”, al plurale [...] Forse mi era stata suggerita da Rilke che stavo rileggendo in tedesco - senza tuttavia pensare al film - perché mi ero accorto che tutti i suoi scritti sono popolati da angeli e leggendolo ogni sera, mi ero abituato alla loro presenza.” . “Dopo un po’ di tempo ho cominciato a dubitare che le mie intuizioni potessero portare a un film. Ho cercato di rimuovere l’idea ma senza successo. Allora ho riempito un quaderno di appunti: anche così, però, non avevo elementi sufficienti a costruire un film. Generalmente si delinea così subito un “filo conduttore” da cui vengono regolati i rapporti o gli incontri tra i personaggi. Gli angeli invece permettevano di cogliere tutte le opportunità, la linea di collegamento era ovunque; si poteva andare in qualsiasi punto della città, anche a caso. Si poteva attraversare il Muro, entrare in una casa per la finestra, guardare la gente nella metropolitana; un passante qualsiasi diventava a un tratto protagonista di un film possibile.” . Stanotte vorrei parlare con l’angelo. Scritti 1968-1988 / Wim Wenders. - Ubulibri, 2000. - 217 p. . Der Himmel über Berlin (1987), directed by Wim Wenders, written by Wim Wenders, Peter Handke, Richard Reitinger, starring Bruno Ganz, Solveig Dommartin, Otto Sander, Curt Bois, Peter Falk, Nick Cave, cinematography by Henri Alekan. . dicinema

promopromo (@mimosatubo) Instagram Profile Photo mimosatubo

promopromo

image by promopromo (@mimosatubo) with caption : "Mercoledì 20 dicembre alle ore 18 presso la Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi a Genova, Cesare Cioni presenta il s" - 1673224470490229110
Report Share Download 0 26

Mercoledì 20 dicembre alle ore 18 presso la Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi a Genova, Cesare Cioni presenta il suo libro DATA ASTRALE 2016.09 - Cinquant'anni di Star Trek, Edizioni Ultra. . "Il volume, che nel 2017 è stato selezionato nella rosa di finalisti della sezione "saggi" sia al Premio Italia sia al Premio Vegetti – i due più importanti premi dedicati alla fantascienza in Italia – si propone come un viaggio nel tempo e nello spazio, per raccontare o rinnovare la conoscenza con storie e protagonisti della saga, e al tempo stesso analizzare le forme narrative della varie serie e le circostante in cui sono state create. Un’occasione per ritrovare personaggi già amati, o la chiave d’accesso per inoltrarsi senza smarrirsi nell’universo di Star Trek." . Data astrale 2016.09. Cinquant'anni di Star Trek / Cesare Cioni. - Ultra, 2016. - 192 p. . @ultra_edizioni dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Instagram Image by Stati di Cinema (@statidicinema) with caption : "Mercoledì 20 dicembre alle ore 18 presso la Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi a Genova, Cesare Cioni presenta il s" at Cinepassioni. Storie di immagini e collezionismo - 1673089042689191420

Mercoledì 20 dicembre alle ore 18 presso la Loggia della Mercanzia di Piazza Banchi a Genova, Cesare Cioni presenta il suo libro DATA ASTRALE 2016.09 - Cinquant'anni di Star Trek, Edizioni Ultra. . "Il volume, che nel 2017 è stato selezionato nella rosa di finalisti della sezione "saggi" sia al Premio Italia sia al Premio Vegetti – i due più importanti premi dedicati alla fantascienza in Italia – si propone come un viaggio nel tempo e nello spazio, per raccontare o rinnovare la conoscenza con storie e protagonisti della saga, e al tempo stesso analizzare le forme narrative della varie serie e le circostante in cui sono state create. Un’occasione per ritrovare personaggi già amati, o la chiave d’accesso per inoltrarsi senza smarrirsi nell’universo di Star Trek." . Data astrale 2016.09. Cinquant'anni di Star Trek / Cesare Cioni. - Ultra, 2016. - 192 p. . @ultra_edizioni dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Genova, Italy Report Share Download 1 36

“Il cinema genovese dalla storia più lunga è il Sivori, in quanto si tratta di uno dei rari casi in cui la sala dove si svolse la prima proiezione cittadina è ancora in funzione. Inaugurato il 29 dicembre 1869, il teatro ospitò nel maggio del 1896 la prima proiezione genovese dei fratelli Lumière.” . I cinema della Liguria. Storia delle sale cinematografiche dal 1945 al 2015 / Riccardo Speciale, Stefano Petrella, Renato Venturelli. - Le Mani, 2015. - 335 p. ((€20.00 . #libridicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Paris, France Report Share Download 0 28

"Deux ou trois choses que je sais d'elle est beaucoup plus ambitieux. A la fois sur le plan documentaire, — puisqu'il s'agit de l'aménagement de la région parisienne, sur le plan de la recherche pure, — puisque c'est un film où je me demande continuellement moi-même ce que je suis en train de faire. Il y a, bien sûr, le prétexte, qui est la vie, et parfois la prostitution dans les grands ensembles ; mais l'objectif réel, c'est d'observer une grande mutation." . "Pour moi, décrire la vie moderne, ce n'est pas décrire, comme certains journaux, les gadgets ou la progression des affaires, c'est observer les mutations". . 2 ou 3 choses que je sais d'elle. Découpage intégral / Jean-Luc Godard. - Avant-scène, 1971. - 127 p. . 2 ou 3 choses que je sais d'elle (1967), réalisation Jean-Luc Godard, scénario Jean-Luc Godard d'après Le Signe de Guy de Maupassant et un article de Catherine Vimenet publié dans le Nouvel Observateur, avec Marina Vlady, Anny Duperey, Christophe Bourseiller. . dicinema dicinema

Stati di Cinema (@statidicinema) Instagram Profile Photo statidicinema

Stati di Cinema

Paris, France Report Share Download 0 27

“Ho cominciato con la fiction, trattandola in modo nettamente documentario; Missione Alphaville è integralmente un film di fiction e difatti termina con un “ti amo“ e poi si sentono dei violini suonare, e cose di questo genere, ma nello stesso tempo è trattato in modo del tutto documentario; non si è nascosto niente, si è girato a Parigi all’epoca in cui si svolgeva, eccetera, è a volte molto documentaristico e poi assolutamente di fiction, come il fumetto”. . Introduzione alla vera storia del cinema / Jean-Luc Godard. - Editori Riuniti, 1992. - 337 p. . Alphaville, une étrange aventure de Lemmy Caution (1965), scritto e diretto da Jean-Luc Godard, con Eddie Constantine, Anna Karina, Laslo Szabo. . @editoririuniti_libri dicinema dicinema